Lettera del rettore ecc… parte 4

Ora ho un po’ più tempo di ieri…

Mi ha fatto molto piacere che si sia parlato e scritto dell’apertura dell’anno accademico del Politecnico di Milano.
Meno piacere mi ha fatto il modo in cui è stata data la notizia ad alcuni telegiornali (mica li guardo tutti…); sembra, infatti, che Ballio dica “no ai tagli alle università”, mentre, in realtà, dice “no ai tagli indiscriminati alle università”, che è cosa molto, ma molto, diversa.

Al di là di questo, però, voglio sottolineare anche gli articoli di Corriere e Repubblica sull’evento.
Per quanto riguarda l’articolo del Corriere l’ho trovato spulciando nella sezione ViviMilano, purtroppo non so se è andato anche sulla parte nazionale o meno.
Repubblica, invece, dedica addirittura due articoli:

  • il primo cita l’inaugurazione del Politecnico all’interno di un discorso a più ampio raggio che tocca diverse città italiane
  • il secondo, invece, è una trattazione esclusivamente inerente il discorso di Ballio e di Formigoni

Viene anche citata l’assenza della Gelmini e l’invio della lettera senza, però, entrare nel merito. Direi, a livello di giornali, un buon passo avanti rispetto a pochi giorni orsono…
Per quanto riguarda le altre testate non ho effettuato ricerche.

Mi preme evidenziare come i giornali abbiano riferito gli eventi e mantenuto un atteggiamento più vicini alla realtà, il che si traduce in una minore alterazione delle parole (e quindi del loro sigificato) pronunciate dal rettore e dal “Furmiga”, rispetto a quanto non sia stato fatto da alcune emittenti televisive.

Giusto per finire, vorrei aggiungere un pensiero personale circa l’evolversi della vicenda.
Penso sia abbastanza chiaro, l’ho anche esplicitato, che preferisco mille volte il dialogo alla piazza, ma quelli sono punti di vista… penso. Pertanto, per come si sta sviluppando la questione, ho l’impressione (magari ottimistica) che qualcosa possa cambiare. Ovviamente non mi auguro che si torni alla posizione precedente, non tanto per idee politiche o elitarie, quanto per l’insostenibile situazione economica in cui molti atenei parevano versare, mi auguro, invece, che si possa proseguire lungo un discorso meritocratico che arrivi a premiare, anche economicamente, quelle università cosiddette “virtuose” e a tagliare i fondi, invece, a quelle “sprecone”.
Mi sento on po’ più ottimista perché, comunque, la stessa voce arriva, oltre che dal rettore, anche dal presidente della regione lombardia: uomo, politico e, soprattutto, parte della coalizione di governo che ha promulgato la legge.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...