“Legge bavaglio”, Wikipedia sospesa: chi lo ha deciso? #wikipedia #intercettazioni

Chiacchierando con D. a proposito del mio post sulla sospensione di Wikipedia, D. mi ha sottoposto un quesito interessante (in quanto si aspettava che parlassi dell’argomento in termini leggermente differenti), che mi ha fatto riflettere: chi ha deciso che Wikipedia si autosospendesse?

Se per la questione Vasco Rossi – Nonciclopedia il problema sussiste marginalmente, in quanto di mezzo c’era una denuncia formale e il sito è, rispetto a mostri sacri come Wikipedia, piccolino, per Wikipedia e la sua sospensione del servizio, il problema è decisamente più ampio.

Come la penso su ciò che è successo, già lo sapete, ma ciò non toglie il quesito di D., a quanto Wikipedia stessa scrive, Wikipedia è di tutti, ma hanno deciso tutti insieme di sospenderla…?

A quanto sostiene il portavoce e co-fondatore di Wikimedia Italia, Codogno, la decisione è partita dal basso e che Wikimedia “non poteva che appoggiare”.

Ora due punti contrastanti:

  • Se Wikimedia non avesse appoggiato questa decisione dal basso, Wikipedia:
    • avrebbe chiuso comunque con quelle modalità?
    • oppure sarebbe stata pienamente accessibile con soltanto un avviso (tipo quando chiedono fondi) di comunicazione generica in cui si sarebbe schierata contro al DDL?
    • oppure se ne sarebbe direttamente fregata?
  • Come possiamo essere scuri che l’iniziativa partita “dal basso” sia effettivamente della maggioranza della base di Wiki? Magari sono solo quelli che hanno alzato di più la voce a farsi sentire

Certo, il tutto è volutamente provocatorio per invitare a non fermarsi al solo gesto eclatante (e che, per carità, ha funzionato finora), ma per andare un po’ oltre e cercare di capire un po’ di più.

Andando oltre all’avviso un po’ opportunista che c’è in fondo alla prima pagina:

Wikipedia non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti in questo sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.

e rispettando quanto il concetto wikipediano di “libertà” esprime:

… nessuno è “padrone” delle voci che contribuisce a scrivere. Il funzionamento di Wikipedia prevede che ogni voce possa sempre ricevere modifiche e miglioramenti tramite nuovi contributi da parte di chiunque lo desideri, in un lavoro corale e collettivo.

si deduce facilmente che sei libero di contribuire, ma non hai la proprietà materiale di quanto inserisci, ma solo intellettuale. Non è molto diverso dal lavoro di consulenza o dai progetti universitari al Politecnico di Milano (anche se più vicina a questi ultimi), ovvero: lavora, ma il proprietario del prodotto finale sono io.

Fin qui non ci sarebbe nulla di male, ma le differenze tra consulenza, Politecnico e Wikipedia sono queste:

  1. al lavoro ti pagano; al Poli ti danno un voto e, al termine della raccolta punti, puoi chiedere il premio finale (laurea triennale o magistrale a seconda del numero di Punti PoliFragola raggiunti); su Wiki né l’uno, né l’altro
  2. al lavoro sei responsabile del tuo lavoro, ma anche chi lo sfrutta è altrettanto responsabile; al Poli non sei in situazioni tali da essere responsabile e, comunque, quanto produci viene controllato da supervisori competenti e specializzati in materia; su Wiki tu scrivi (lavori), vieni (eventualmente) controllato dall’utente “nonsisachisonomasonounsemidio” affinché la tua pagina non sia pubblicitaria, irriverente o quant’altro e tu ti pigli le responsabilità

Tutto normale, no? Certo, non fosse che nei primi due (lavoro e Poli), hai un tornaconto di quanto stai facendo ed il rischio viene ripagato, su Wikipedia loro si prendono il buono in cambio del tuo lavoro e, soprattutto, del tuo rischio (mi sta anche bene il lavoro gratis e la condivisione al fine di diffondere conoscenza ecc… ma almeno i rischi…)

Sempre considerato quanto Wikipedia sostiene, Wikipedia non si basa non su una democrazia della maggioranza in quanto il metro non è il voto, ma la discussione:

Wikipedia non è un’anarchia  […] e non esattamente una democrazia della maggioranza: il suo metodo primario di ricerca del consenso è la discussione, non il voto.

Fermo restando il mio appoggio all’iniziativa, a questo punto, però, il dubbio sulla maggioranza della base resta (per quanto la discussione si possa trovare direttamente su wikipedia). Quanti sono i favorevoli? Diciamo 60, così a occhio, e nemmeno tutti favorevoli al 100%? Inoltre sono pure un po’ copioni, in qunato l’iniziativa è partita il 3 ott 2011 alle 19:36, cioè dopo il caso di Vasco Rossi contro Nonciclopedia (io ne scrissi alle 15 del 3… l’evento è del 2), tant’è che viene addirittura citato dal creatore stesso della discussione che asserisce:

Unico problema: evitare (anche cronologicamente) che la stampa abbia buon gioco a confondere il nostro caso con quello di nonci (n.d.f. abbreviazione per nonciclopedia)

— UPDATE —

Il 12/10/2011 dovrebbe avvenire la votazione sul decreto anti-intercettazioni

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;“Legge bavaglio”, Wikipedia sospesa: chi lo ha deciso? #wikipedia #intercettazioni

  1. Buon giorno,
    non vedo il problema: ci sono degli organizzatori\gestori che pagano (certamente con donazioni) per tenere in piedi la cosa, che si barcamenano con eventuali problemi col fornitore di servizî, si pensano (spero) a storicizzare le informazioni per un futuro recupero dati? Bene queste persone (governanti) hanno deciso di non agire arbitrariamente, ma di consultare i contributori (il popolo) e in base a ciò che hanno sentito hanno agito (deliberato) come meglio credevano per il bene del sito (stato).
    Codesta, in quanto miscela al meglio efficacia ed efficienza, è la forma di governo migliore: è un’aristocrazia. L’importante è che i migliori agiscano appunto per quello che reputano meglio per tutti.

    • Buongiorno,
      ciò che io propongo è apposta una provocazione che, dal mio punto di vista, serve ad evidenziare quanta distanza (e talvolta quanta possibile incoerenza) ci sia tra ciò che viene predicato/detto e quanto viene fatto.
      Nel caso in questione contesto principalmente l’azione dettata dall’onda emotiva (e dalla risonanza) del caso Nonciclopedia e l’esigua partecipazione dei membri (chi usufruisce e chi contribuisce) alla votazione ed i tempi ristretti in cui questa è avvenuta. Fosse un referendum direi che si è ben lontani dal quorum…

  2. Ma non è appunto una democrazia. Hanno seguito l’onda, e per me han fatto bene. Una sospensione di qualche giorno è comunque qualcosa di accettabile. A mio dire è stata una buona politica.

    Per il discorso diritti e ricompensa: più che ad un lavoro, forse la similitudine è più vicina al volontariato (diffusione della conoscenza, no profit, condivisione…) : non si viene pagati, eppure si ha una certa responsabilità che, a mio dire, è meno di quanto si pensi: se l’articolo xy su wiki viene scritto da me, ma poi modificato da tizio caio sempronio ed aigor, sarebbe, insieme, difficile attribuire responsabilità e, ovviamente diritti. E’ più una frase che devono mettere, ma in cui non credono davvero.

    • Concordo anch’io sul fatto che abbiano agito correttamente. Ripeto, l’articolo è volutamente provocatorio.
      Per quanto riguarda la tua similitudine sul volontariato, è vero: è più azzeccata. Dissento, però, sull’attribuzione delle responsabilità.L’aspetto tecnico della cosa, infatti, consente di risalire ad ogni singola modifica del testo di Wiki, pertanto se la voce xy riportava:”Tizio è intelligente” e aigor modifica in “Tizio è idiota”, la responsabilità di “idiota”, almeno in linea teorica, è attribuibile al solo aigor…
      Sì che la frase la “devono” mettere, ma, a mio personalissimo avviso, è un po’ da paraculi (passatemi il termine). Un po’ come le clausole di manleva, per intenderci…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...