Anonymous vs. Los Zetas: Anonymous si ritira #anonymous #loszetas #zetas #opCartel

Anoymous lsacia il campo e rinuncia all’operazione #opCartel: non pubblicherà i nomi dei politici (e quant’altro) legati al gruppo di narcos messicani Los Zetas.

A quanto riporta il Guardian L’operazione contro i narcos messicani sembrerebbe eccessivamente rischiosa (a livello di vita) poiché i Los Zetas avrebbero preso le loro contromisure grazie ad un manipolo di esperti in sicurezza informatica atti ad individuare eventuali attachi. Individuarli e tracciarli, così da poter andare, di fatto, “casa per casa” a scovare gli hacker. Di conseguenza pare che venga messa la parola fine sulla #opCartel.

Los Zetas hanno dimostrato di saper essere spietati con chi pubblica informazioni online riguardanti i propri membri:a dicembre una blogger è stata trovata decapitata a Nuevo Laredo con di fianco un cartello firmato Z (per Los Zetas).

Che dire… come già indicavo nello scorso post riguardante la questione Anonymous vs. Zetas, reputo che la scelta sia, quantomeno “comprensibile visto che, alla fin fine, lasciarci le penne per essere stato dietro ad un pc non è la massima aspirazione di un informatico”.

Chissà cosa accadrà ora?

Personalmente non avrei voluto un passo indietro, ma il rischio (morte), effettivamente, è ben diverso rispetto al finire dietro le sbarre (vivo), pertanto la scelta è comprensibile Staremo a vedere se l’operazione (prevista per domani 05/11/2011 – Remember remember the 5th of november) continuerà comunque, nonostante le (apparenti) smentite, oppure risulterà davvero conclusa.

— UPDATE (11:10) —

Girando ho trovato il comunicato su FireworkKnk che annuncia che l’attivista di Anonymous rapito dai Los Zetas è stato liberato, pertanto non saranno divulgati i nomi dei corrotti e di coloro che appoggiano Los Zetas. Di seguito il comunicato in inglese:

On this day, our anonymous friend retained by the Zetas cartel has been released. We took great care to verify the hostage identity through contacts with peers and friends and we can say that while bruised, is alive and well. The hostage carried a message; if Anonymous unveils a name related to the cartel, the family of the hostage will suffer the consequences. Per each cartel name revealed, ten people will be put to death. It is not in our mind that the daily struggle we do for freedom in the world, mean that innocent people be victims of violence and barbarism that whip Mexicans daily by drug cartels. The Anonymous collective has decided by consensus that the information we have, will not disclosed for now. We understand we cannot ignore threats involving innocent civilians that have nothing to do with our actions.

Knowledge is Free
We are Anonymous.
We are Legion.
We do not forgive.
We do not forget.
Wait for us.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Anonymous vs. Los Zetas: Anonymous si ritira #anonymous #loszetas #zetas #opCartel

  1. Pingback: Anonymous vs. Los Zetas: cattivi vs. cattivi episodio 2? #anonymous #zetas « sipronunciaaigor

  2. Pingback: Los Zetas contro i blogger: ‘Rascatripas’ è l’ennesima vittima #anon #zetas #blogger #opCartel « sipronunciaaigor

  3. Siamo liberi, siamo una legione, non perdoniamo, non dimentichiamo, aspettaci… e poi si sono cacati sotto dalla paura. Eccoli i guerrieri del 2.0

    • Parzialmente posso essere d’accordo col tuo punto di vista, dall’altro lato, però, non posso biasimare la scelta di restare in vita… alla fin fine (IMHO) crepare perché si è rimasti seduti dietro ad un monitor di computer non è, effettivamente, il massimo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...