Anonymous: messaggio al Congresso degli Stati Uniti d’America (trad. ITA) #anonymous #USA #anon #SOPA #PIPA #nosiae

Stop Online Privacy Act (SOPA) e Protect IP Act (PIPA).

Questi i due nomi delle abominevoli leggi che consentirebbero alle autorità statunitensi di oscurare i siti responsabili di pirateria audiovisiva. Che male c’è a bloccare la pirateria, dato che è illegale? Nulla, non fosse che, all’atto pratico, queste leggi consentono la chiusura di un sito intero solo per una pagina contenente riferimenti a contenuto illegale. Per intenderci è sufficiente un link che indirizza ad un film e fine del gioco.

Per fare un esempio:

la nuova versione del PROTECT IP Act inserirebbe Facebook e YouTube nella lista dei siti votati alla condivisione illecita dei contenuti

(Fonte: http://punto-informatico.it/3319820/PI/News/protect-ip-act-scure-sugli-intermediari.aspx)

Ma oltre alle piattaforme di video-sharing o quelle che consentono l’embed dei contenuti di queste piattaforme, le cui dimensioni e quantità dati sono tali da non consentire il controllo tempestivo di ogni singolo filmato/contenuto, verrebbero colpite anche tutte quelle piattaforme tipo MegaUpload (ad oggi circa 26 petabyte – PB – di dati, ovvero 26000 TB, ovvero 26000000 di GB) in quanto contenitori di materiale illecito.

Un grande punto di forza di MegaUpload sta nell’esistenza, sulla rete, di siti, forum e quant’altro, che aggregano elenchi di link a file spezzettati e compressi che sono ricostruibili a posteriori (per esempio un file video – .avi – da 1GB diviso in tanti file .rar da 100MB che, una volta scaricati, vengono decompressi e ricostituiscono il file originale da 1GB).

Contro il SOPA e il Protect IP Act si sono schierati anche molti dei nomi grossi (Google, Facebook, Twitter… esclusi Apple e Microsoft) ed hanno firmato una lettera aperta.

Lega Nerd apre l’articolo chiedendosi, addirittura, se il Protect IP Act farà finire internet e contro uno dei due provvedimenti (lo Stop Online Privacy Act), non poteva che schierarsi anche il collettivo hacktivista di anonymous con un filmato su youtube (di cui, ovviamente, pubblico solo il link sempre per colpa della SIAE: http://www.youtube.com/watch?v=WCQGjV8uH64) di cui si riporta il testo integrale che, per comodità, vi ho tradotto poco sotto:

Hello American Congress. We are Anonymous. Your proposal of the so-called Online Piracy Bill is a blatent act of violation to the constitutional rights of American citizens. You claim that the bill is being passed to prevent online piracy, but anyone with eyes and ears can tell that this is false. Chairman Lamar Smith (R-Texas.) we know that you don’t like us, and that’s acceptable to Anonymous. We don’t like you either. This bill will make it unlawful to post copy righted data Such as tips and walk throughs in games, and sports highlights. More importantly, it will allow social media sites to remove re-posted videos and data from the internet. This, however, is unacceptable to Anonymous. The American Government supports the fight for democracy and Freedom of information in other countries, but when it comes to their own land they attempt to demolish it with brute force and censorship. The one thing they are yet to understand is that you can’t arrest an idea. You can’t kill an idea, and you can’t stop an idea. Every act of violence against the protesters across the globe simply fuels the fire. You do not understand that for each of us that falls, ten more will take his place. You do not understand that corporate media has been forced to show the events happening around America and across the globe. You do not understand that ideals, people, countries, beliefs and religions will fade, but the internet will remain. To pass this bill will cause public outcry, which will greatly improve our movement. We, Anonymous, know that this is a hidden campaign to destroy the ability of people across the world to connect and share their experiences with one another. To the American Congress:

If you pass this bill, you will pay for it.

We are Anonymous.
We are Legion.
We do not forgive.
We do not forget.
To the American Congress
Expect us.

Buongiorno Congresso Americano. Siamo Anonymous [qui ci sarebbe il gioco di parole “siamo anonimi” – ndf]. La vostra proposta del cosiddetto Disegno di Legge sulla privacy online è uno sfacciato [sarebbe dovuto essere blatant, non blatent – ndf] atto di violazione dei diritti costituzionali dei cittadini americani. Affermate che il ddl viene emanato per prevenire la pirateria online, ma chiunque sappia leggere e scrivere può affermare che ciò è falso. Presidente L. Smith (Senatore Repubblicano del Texas), sappiamo che non ti piacciamo ed è accettabile per gli Anonymous. Anche tu non ci piaci. Questo ddl renderà illegale la pubblicazione online di dati protetti da copyright, come i suggerimenti e i walk throughs dei giochi [non saprei esattamente come tradurlo: nei videogames sono delle sorte di guide tra i vari livelli di gioco. Probabilmente guida è ciò che più si avvicina, ma non va considerata come guida all’uso, quanto tracciato per risolvere il problema – ndf] e i momenti salienti degli sport. Ma più importante ancora, permetterà ai siti che operano come social media di rimuovere da internet i video ri-pubblicati e i dati. Questo, in qualunque misura, è inaccettabile per Anonymous. Il governo americano supporta la lotta per la democrazia e la libertà di informazione negli altri paesi, ma, quando viene il proprio turno, attentano ad esse con la forza bruta e la censura. Ciò che non hanno ancora capito è che non si può fermare un’idea. Non potete uccidere un’idea e non potete fermarla. Ogni atto di violenza contro i manifestanti in qualunque parte del globo ne alimenta soltanto il fuoco. Non capite che per ognuno di noi che cade, dieci prenderanno il suo posto. Non capite che i media controllati dal potere [in italiano, forse, si avvicina al nostro senso attuale di “media di regime” – ndf] sono stati obbligati a mostrare gli eventi che accadono in America e in tutto il resto del mondo. Non capite che ideali, persone, stati, credo e religioni svaniranno, ma internet resterà. Approvare questo ddl genererà clamore pubblico che incrementerà notevolmente il nostro movimento. Noi, Anonymous, sappiamo che questo è un piano segreto affinché la gente in tutto il mondo non abbia più la possibilità [lett.: alla gente di tutto il mondo venga distrutta la possibilità] di connettersi di condividere le proprie esperienze. Al Congresso Americano:

Se emanerete il ddl, la pagherete.

Siamo Anonimi.
Siamo Legioni.
Non perdoniamo.
Non dimentichiamo.
Al Congresso Americano
Aspettateci.

(trad: Fabrizio Di Pietro – Sipronunciaaigor)

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;Anonymous: messaggio al Congresso degli Stati Uniti d’America (trad. ITA) #anonymous #USA #anon #SOPA #PIPA #nosiae

  1. Pingback: Sciopero di internet il 18/01/2012. I’ll go dark too on #j18 against #SOPA #PIPA #sopastrike #anon « sipronunciaaigor

  2. Pingback: Megaupload chiude. Anonymous all’attacco. #anonymous #anon #megaupload #opMegaupload « sipronunciaaigor

  3. Pingback: Basta! ACTA, SOPA, PIPA… lasciateci liberi #acta #stopacta #sopa #pipa #anonymous « sipronunciaaigor

  4. Pingback: Firmato ACTA: una potenziale condanna a morte non solo per la rete [ITA/ENG] #acta #internet #anonymous « sipronunciaaigor

  5. Pingback: ACTA: vicini al traguardo della cancellazione? #ACTA #stopACTA #SOPA #PIPA « sipronunciaaigor

  6. Everything is very open with a very clear clarification of the
    issues. It was really informative. Your website is very useful.
    Thank you for sharing!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...