Novità sulle liberalizzazioni, il governo Monti si muove #liberalizzazioni #governo #monti #news #taxi

Emergono i primi dettagli relativamente al tema delle liberalizzazioni del governo Monti, ovvero uno dei fattori con cui il governo dei banchieri intende affrontare il problema crescita, quella che giornali e media tradizionali hanno rinominato come “fase 2” o, meglio ancora, il famoso terzo punto della manovra Monti (quella che prevede equità, rigore e crescita).

Per fortuna non si parla solo di liberalizzazione delle licenze dei taxi – su cui torno in finale di post – o delle farmacie (sarebbe stato eccessivamente ristretto e riduttivo), ma anche di modifiche alla governance della RAI, alla liberalizzazione di notai, energia, assicurazioni, ferrovie ecc.

Infatti, secondo quanto affermato dal Sig. Catricalà a Porta a Porta, saranno coinvolti “tutti i settori: energia, assicurazioni, trasporti, farmacie, notai e acqua” pur precisando un “problema” chiamato referendum (quello del 12 e 13 giugno 2011 con i quattro quesiti, due sull’acqua, uno sul nucleare e l’altro sul legittimo impedimento).

Plaudo all’iniziativa di liberalizzare i vari settori (non privatizzare e basta, attenzione, liberalizzare), però – indipendentemente da quello che posso aver votato o non votato – non posso che rammaricarmi del fatto che, un Ministro della Repubblica, reputi un “problema” l’espressione diretta della volontà popolare: il referendum.

Tassisti a Linate

Per quanto riguarda i tassisti c’è una nota che, a mio avviso, è decisamente negativa verso la categoria. Il 09/01/2012, infatti, a Linate (e in misura minore anche in stazione Centrale) è avvenuta una protesta spontanea contro il progetto (annunciato) sulle liberalizzazioni. Gli operatori si sono fermati per un’ora senza caricare passegeri ed impedendo, ai colleghi che avessero voluto effettuare il servizio, di lavorare. Le uniche persone trasportate (e qui va dato merito) sono stati anziani e donne con bambini.

Non critico l’insorgere di una protesta spontanea (benché sia assimilabile ad uno sciopero selvaggio) e non critico nemmeno il fatto che, per protestare, si debba arrecare danno a chi usufruisce dei servizi (altrimenti lo sciopero sarebbe inutile), però critico aspramente i picchetti che implichino la violazione della libertà individuale di voler lavorare. Vero è che una protesta è tanto più forte quanto sono uniti i protestanti, ma è altrettanto vero che, se voglio operare, questo non mi deve essere impedito.

—UPDATE —

Sciopero taxi il 23 gennaio 2012: questa volta ufficiale

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Novità sulle liberalizzazioni, il governo Monti si muove #liberalizzazioni #governo #monti #news #taxi

  1. Pingback: Liberalizzazioni: taxi in sciopero il 23/01/2012 #taxi #sciopero #monti #liberalizzazioni #menotaxipertutti « sipronunciaaigor

  2. Pingback: Liberalizzazione di tassisti, notai e farmacisti: tre spunti interessanti #liberalizzazioni #taxi #notai #farmacisti « sipronunciaaigor

  3. Pingback: Governo Monti e il fallimento dei tecnici #monti #politica #tecnici #fornero « sipronunciaaigor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...