Andrea Riccardi e la politica schifosa nel fuorionda #Riccardi #politica #Severino #Monti

Vogliono solo strumentalizzare: è la cosa che più mi fa schifo del fare politica.

Come ben sapete ho ribadito più volte a mia contrarietà a diverse scelte del Governo dei banchieri comandato dal Sig. Monti, ma, d’altro canto, ho anche più volte elogiato talune iniziative.

Stavolta scendo nel dettaglio con un’opinione personale legata a quanto detto fuori onda dal Sig. Riccardi mentre parlava con la Sig.ra Severino. Il primo è ministro per la Cooperazione e l’integrazione, la seconda Ministro della Giustizia. Come riportato in apertura di post, durante un fuori onda, Riccardi sostiene con la Severino che la politica fatta di strumentalizzazioni è una cosa schifosa. Che dire? Non posso che dare ragione ad uno dei membri del governo dei professori.

Una delle attività che ho sempre detestato della politica è stata quella di strumentalizzare situazioni, parole o eventi a proprio piacimento. Fa parte delle regole del gioco, ne sono conscio, però reputo che ci debba essere un limite morale. Purtroppo, però, sono decine e decine di anni che la moralità nella politica italiana è andata a farsi un giro: a partire dai giretti nelle aziende a ricevere mazzette e fare qualche favore, passando per la strada a tirare su donne di facili costumi, bazzicando nelle sacrestie e negli oratori a comprarsi un’indulgenza e l’omelia della domenica, propagandando idee politiche nelle scuole durante periodi della giornata in cui si dovrebbero inculcare nella testa dei ragazzi delle nozioni e delle esperienze e non la propria idea politica.

Finalmente un uomo non politico, ma un signore che di norma fa il professore, ha detto una cosa sacrosanta. La parte più schifosa della politica è la strumentalizzazione. Personalmente vado oltre e sostengo che in generale è una pessima abitudine cercare di strumentalizzare quanto un’altra persona dica, faccia, pensi ecc. Ripeto, dunque, che non posso che dare ragione al Sig. Riccardi per quanto ha esternato sul mondo politico.

Mi dispiaccio solo di una cosa: Riccardi non avrebbe dovuto chiedere scusa (“mi scuso se qualcuno si possa ritenere offeso”). Chi si fosse sentito offeso può benissimo dimostrare al popolo italiano, coi fatti, che non è della stessa risma di coloro che strumentalizzano. È ancora in tempo. Il problema è che nessuno può farlo, perché, purtroppo, non c’è un solo politico che non lo faccia…

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Andrea Riccardi e la politica schifosa nel fuorionda #Riccardi #politica #Severino #Monti

  1. Secondo me la politica fatta di strumentalizzazioni è tipica di chi non ha argomenti. E’ molto più facile utilizzare le idee altrui per i propri scopi piuttosto che dire qualcosa di originale. E questo è un po’ il sintomo di una società vuota, priva di valori e obiettivi. Io penso che le idee, anche buone, ci siano ma che non abbiano la forza di emergere. Perché c’è sempre qualcuno che urla di più e copre le voci significative.

    • Purtroppo mi trovi a darti ragione sul fatto che si senta di più chi urla di più, però sono un inguaribile idealista e sono altrettanto convinto che, sul lungo periodo (molto lungo), sono le idee buone quelle che emergono. Il problema è che non è detto che si riuscirà a vederle.
      Altrettanto vero è che è più facile criticare partendo da idee altrui piuttosto che fondandosi su proprie opinioni.
      Dal momento che per partecipare attivamente alla vita politica nazionale è necessario raccogliere firme e seguire una serie di trafile burocratiche che non tutti sanno/possono seguire, tu come vedi possibile una soluzione (in termini di mosse civili, non di movimenti politici)?

      • Io sono convinta che le cose stiano già cambiando (quindi sono ancora più inguaribile ottimista di te 😉 ). E che il cambiamento venga proprio dal web. Basta frequentare una manciata di luoghi chiave per accorgersene. Quanto alla partecipazione attiva che possa innescare il cambiamento credo che la soluzione sia proprio utilizzare il più possibile questo mezzo per dire ciò che si pensa perché, ormai, anche tutte le istituzioni hanno canali sul web con i quali è possibile interagire. Tante voci insieme fanno molto più rumore di uno solo che urla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...