Anonymous vs. Equitalia: gli hacktivisti fanno crollare l’ennesimo sito #anonymous #anon #equitalia

Pare che gli Anonymous italiani si siano svegliati. Dopo la recente questione Anonymous – Vaticano, eccoli buttare giù (dalle 20:00 fino alle 23:00 del 11/03/2012 sicuramente, prima e dopo non so) il sito della meravigliosa struttura statale denominata Equitalia (che di “Equi” ha ben poco).

La cosa, inutile nasconderlo, mi fa piacere. Immensamente piacere. Equitalia non mi è stata mai granché simpatica, anzi… e non credo di essere l’unico italiano a pensarla così. Vuoi perché non reputo corretti i metodi di riscossione che si basano, concettualmente, sul “prima paga, poi vediamo se hai ragione“, vuoi perché, in tutta sincerità, non è che il braccio armato sia molto simpatico per natura, vuoi perché per 1 euro di errore ti pignorano pure l’anima.

Senza andare troppo lontani: se Equitalia ti contesta dei conti mandandoti una settantina di euro da pagare e quella dovesse risultare essere una cartella pazza (ovvero hanno sbagliato loro), a conti fatti ti conviene pagare comunque la multa. Il motivo? Bene, quando si devono pagare 60 euro di bollo per le pratiche per dimostrare che LORO hanno torto e fare una trafila burocratica che non finisce più (e i 10€ si fa prima a riguadagnarli vendendo fiammiferi all’angolo della strada), la voglia di fare ricorso passa. Per inciso, qualora si avesse qualche dubbio in merito, sottolineo il fatto che i 60€ di bollo non vengono assolutamente restituiti

Tornando però all’azione degli Anonymous italici, evidenzio il solito attacco DDoS e il comunicato stampa diramato a seguito dell’azione via Pastebin e attraverso quello che dovrebbe essere il blog ufficiale di Anonymous Italia.

Pur continuando a riscontrare errori (per esempio un’azienda si scrive con l’apostrofo e non “un azienda” senza apostrofo), come avevo precisato nell’articolo riguardante Anonymous vs. Vaticano, mi viene da pensare che gli Anonymous abbiano letto il mio blog (sì, ok me la tiro, so che è difficile se non impossibile, però è bello crederlo :)) visto che, stavolta, si sono ricordati di mettere la firma Anonymous adeguata (We are Anonymous ecc.). Riporto, come sempre, il comunicato.

Giorno a voi Equitalia,
Abbiamo deciso di dimostrarvi tutto il nostro affetto “pubblicizzando” il vostro meraviglioso ed informativo sito inondandolo di richieste, certi che la cosa vi farà piacere.
Siete un’anomalia tutta italiana,un azienda in teoria pubblica che si occupa della riscossione di (presunti) tributi dovuti all’Agenzia delle Entrate,che attuate con una ferocia inaudita e con pratiche quantomeno opinabili.
Impiegate mesi,spesso anni, per le più banali notifiche,facendo così lievitare a dismisura gli interessi dovuti.

A parer nostro inoltre, non potete permettervi di riscuotere agli inadempienti che dimostrino di essere indigenti quel poco che hanno per il loro sostentamento, è immorale e deprecabile.
Molte persone si sono suicidate dopo i vostri interventi invasivi e coercitivi, imposti al fine di riscuotere il guadagno di una vita per motivi talvolta ingiusti!!!

Dovreste applicare la riscossione in modo uniforme e trasparente,eppure è ormai conclamato il fatto che personaggi illustri,con potere politico o comunque “di riguardo” ricevano trattamenti preferenziali e dispari.
Avete poteri smisurati,compresa la facoltà di bloccare beni mobili ed immobili anche in maniera preventiva,e senza nessuna possibilità di verifica o appello da parte dei soggetti colpiti.
Spesso le vostre cartelle esattoriali sono completamente errate ed un onesto contribuente si trova nella spiacevole posizione di dover pagare soldi che NON vi sarebbero dovuti nell’attesa e nella speranza di far luce sugli errori.

Ebbene gli Italiani sono stanchi dei vostri abusi e delle vostre vessazioni e noi come sempre intendiamo dar loro voce.

Avreste dovuto aspettarci.

Vi auguriamo una splendida domenica, sperando stiate apprezzando questo splendido weekend almeno quanto noi.

we are Anonymous
we are Legion
we do not forgive
we do not forget
we still ALIVE!
Expect Us!

Si può essere d’accordo o in disaccordo con le iniziative di Anonymous e rispetto pienamente l’opinione di chiunque, ci mancherebbe altro, però reputo che una cosa sicuramente corretta l’abbiano detta: Equitalia se lo sarebbe dovuto aspettare, non era un’evenienza così improbabile che venisse buttato giù il sito vista la posizione di Equitalia e la forza che hanno assunto nell’ultimo periodo gli Anon.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Anonymous vs. Equitalia: gli hacktivisti fanno crollare l’ennesimo sito #anonymous #anon #equitalia

  1. Pingback: Anonymous: motivational facts (trad. ITA). Siamo tutti potenziali Anonymous #anonymous #video #ita « sipronunciaaigor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...