Legge anti-blog: anche i tecnici vogliono chiudere il web #intercettazioni #legge #severino #fornero

E rieccoci. Maccheppalle! L’abominevole e ignominiosa norma anti-blog (o ammazza blog, come la chiamano alcuni giornali), è tornata.

Torna la censura ai blog?

Torna la censura ai blog?

Sembra Carramba che Sfiga, il nuovo programma condotto da Giorgio Napolitano che vede come special guest di questa settimana la Severino, il Ministro della Giustizia (o dell’ingiustizia?).

L’ospite da 7 milioni di euro ha ben pensato di reintrodurre nelle sue mirabolanti proposte di legge la norma anti-blog già sconfitta ai tempi della chiusura/oscuramento/messaggio di Wikipedia in seguito alla proposta della cosiddetta legge-bavaglio.

Vi ricordate il diritto di rettifica senza passare per il via, pena la chiusura e la multa? Bene, eccolo rispuntare come un fungo dopo la pioggia. O il blog rettifica entro 48 ore oppure rischia 12000€ di multa. Dodicimila??? Mille euro al mese per un anno! Ognuno si faccia il conto del proprio stipendio e veda quanto gli costerebbe un’imprecisione o anche una semplice verità…

Orbene, se questo, come tanti altri blog, viene equiparato ad una testata giornalistica, chiedo il finanziamento pubblico a questo blog dai fondi per l’editoria. Anzi, no, non lo chiedo. Lo pretendo!

Copio pari pari da Il Fatto Quotdiano:

L’esempio di scuola – per paradosso – potrebbe essere questo: un sito racconta di un arresto, un arrestato dal carcere può far scrivere magari dal suo avvocato che non è vero che è stato arrestato e il sito web è costretto a pubblicare la rettifica (senza replicare), pena la maximulta.

Fonte: Il Fatto Quotidiano: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/17/ammazza-blog-ritorno-della-norma-piace-pdl-rettifica-obbligatoria-senza-replica-pdl/205100/

Le prime avvisaglie erano già arrivate pochi giorni fa quando la Fornero – o qualcuno del suo Ministero, quindi, essendone responsabile, lei (quantomeno di riflesso) – ha censurato il primo sito reo di aver agito più volte in contrasto con le linee guida elaborate dal Ministero del Lavoro (situazione poi parzialmente rientrata in quanto sembrerebbe che il sito avesse pubblicato il testo della riforma prima che vi fossero apposte le firme).

Inutile che stia a ripetermi circa quanto già espresso in passato (leggete i precedenti post, sopra linkati). Termino subito. Il giudizio è semplicissimo: non toccate internet! Pensate alla corruzione, ai finanziamenti illeciti, alle ruberie dei partiti, agli evasori fiscali, ai ladri, agli omicidi, ai pedofili, agli stupratori ecc.

Ditemi voi se vi sembra normale che noi blogger possiamo arrivare a pagare 12000€ e certi assassini escono dopo meno di due anni.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Legge anti-blog: anche i tecnici vogliono chiudere il web #intercettazioni #legge #severino #fornero

  1. “Ditemi voi se vi sembra normale che noi blogger possiamo arrivare a pagare 12000€ e certi assassini escono dopo meno di due anni”.
    Secondo me il problema, non è tanto la differenza tra i 12000 euro e gli assassini che escono dopo meno due anni … perchè sono cose differenti e non paragonabili nemmeno per un esempio.
    Io credo che bisognerebbe far capire, come pare abbiano capito all’estero, che la libertà di opinione, va tutelata e che se c’è tutta questa paura e desiderio di oscurare il web italiano, evidentemente è perchè ci girano delle verità scomode e poi lo sappiamo che un popolo mal informato è più facile da guidare….

    • Il paragone è volutamente impossibile (uno è passibile di ammenda esclusivamente amministrativa, l’altro anche penale), ma voleva essere utile al fine di evidenziare, con un paradosso, come reputo che le priorità siano decisamente altre.
      Purtroppo non credo, però, che all’estero abbiano capito fino in fondo la questione della libertà d’opinione. Se, da un lato, è innegabile che ci sia una maggior libertà d’opinione all’estero, va constatato anche che proposte abominevoli come PIPA, SOPA, ACTA arrivano da oltreoceano…

  2. La “cara” Severino dice che “non può farci nulla” (ah beh, a parole “tecniche” del genere, aspettiamoci pure che segua l’esempio della Fornero e si sciolga in lacrime anche lei! Ma ci spero poco…) perchè l’avrebbero “decisa i partiti”: la quale affermazione è assai strana. Non era questo un governo “tecnico”? A me pare invece che si stia smascherando ogni giorno di più come una longa manus berlusconiana, tramite la quale l’Eletto di Arcore e i suoi gerarchi, salvatisi in extremis dall’essere linciati per i loro eccessi, stanno continuando a regnare indisturbati, imponendo i loro desiderata e obliterando la coscienza di un paese sull’orlo della fame. E’ sintomatico infatti come stavolta questa grave notizia non abbia ricevuto la stessa diffusione e ondata di riprovazione rispetto al tempo di Alfano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...