La bolla informativa – parte 2/? #bolla #bollainformativa #facebook #informazione

La parte 2/? la comincio col svelare il primo arcano celato nel post scriptum di ieri (come sono forbito!) relativo al primo post della serie legata alla bolla informativa.


In confronto ai post in cui denunciavo quelle che, a mio avviso, erano decisioni scellerate del governo Monti, nel post di ieri non era presente alcun link.

Cosa comporta l’assenza di fonti in un articolo?

Rispetto ai suddetti post, ho avanzato solo idee e riferimenti che esistono solo nella mia mente con tutto il bene ed il male che può esserci.
Continua a leggere

Annunci

Flipboard: rivista sociale e condivisa #flipboard #mobile #socialnetworks

Al lavoro, su invito di Adelio Schieroni CEO di See IT, nel contesto del Progetto di Comunicazione Globale, ho cominciato a collaborare (un po’ a buchi, per la verità) per una rivista sociale in una via di mezzo tra esperimento sociale e rivista vera e propria.

Flipboard - Interplay (home page del 22/11/2013)

Flipboard – Interplay (home page del 22/11/2013)

Il “gioco” è semplice: mentre sei in giro su internet e leggi qualcosa di interessante, clicchi, condividi, scegli una o più riviste Flipboard e poi continui. Continua a leggere

I fatti miei – numero 1 #vita #reallife

Non scrivo da un po’ di tempo. Da…? Da un meraviglioso week-end di inizio giugno di cui ero tentato di fare una serie di post, ma che ho voluto tenere per me e i miei compagni di avventura. Non tutto vuoi/puoi condividere online. Un po’ per rispetto verso gli altri (alla fin fine è giusto che tutti siano d’accordo sulla pubblicazione online di eventi e foto), un po’ per gelosia verso il ricordo (consiglio vivamente la lettura di entrambi gli articoli di slimson sul suo blog riguardanti la memoria e spero in un suo prosieguo nella disamina dell’argomento).

(appena posso metto anche l’immagine :))

Per una delle poche volte voglio usare il mio blog come “personal blog”. Parlare di me. Pensare a me stesso. Credo faccia bene o, quantomeno, un po’ me ne sto convincendo e così mi dicono vada fatto un po’. Continua a leggere

Qual è il ritorno dei reblog in termini di SEO e visite? #wordpress #reblog #SEO #visite

Ho notato che ci sono molti wordpress che si basano quasi esclusivamente sul reblog di contenuti generati da altri. Mi sono chiesto più volte quanto questa tecnica aiuti la popolarità del proprio blog e il ritorno in termini di SEO per le singole pagine.

Si pronuncia Aigor - 5° in classifica

Si pronuncia Aigor – reblog e SEO. Cominciamo i test.

Se da un lato la generazione di contenuti garantisce quel fattore di originalità che interessa agli utenti e a Google rispetto a qualcosa di “già letto”, dall’altro generare contenuti è lungo e oneroso in termini di tempo e di ricerca.

Reblog e SEO, alcune considerazioni

Scorrendo le classifiche dei top blog di WordPress si trovano diversi blog che effettuano reblogging, ovvero: leggo il post di un blogger, premo il pulsantino “Reblog” se c’è e, per magia, il post è visibile sul mio blog con tanto di titolo, immagine e quant’altro sia stato impostato nei vari parametri. Continua a leggere

OpenStreetMap ed Apple: addio a Google Maps #OSM #googlemaps #opendata

Cos’è Open Street Map? Ne ho parlato qualche tempo fa fornendo un’infarinatura generale su cosa fosse e su come funzionasse.

Ebbene, è notizia frersca fresca che Apple abbandona definitivamente le mappe di Google.

Continua a leggere

E-book e libri digitali: Microsoft si allea con Nook #microsoft #nook #ebook

Microsoft sigla un’alleanza con il principale competitor fisico di Amazon, ovvero Barnes&Noble (catena di librerie statunitense). La catena è grande; molto molto grande. Per avere un’idea è sufficiente evidenziare come alcune librerie abbiano all’interno degli Starbucks.

Nook - immagine di Barnes&Noble [Fonte: http://www.barnesandnoble.com/p/nook-simple-touch-with-glowlight-barnes-noble/1108046469?ean=9781400501717]

Nook - immagine di Barnes&Noble (Fonte: Barnes&Noble)

Dopo il flop dell’interessante prototipo targato Microsoft (Microsoft Courier),  il gigante di Redmond tenta l’ingresso nel campo degli e-book attraverso un investimento da 300 milioni di dollari mettendo sul piatto il 17% circa delle quote relativamente ai Nook (gli e-book di Barnes&Noble) – per l’esattezza il 17,6% della società che nascerà dalla partnership. Continua a leggere

Yahoo! e SONY: licenziamenti e prodotti #yahoo #sony #licenziamenti

E dopo Yahoo!, che con il taglio del 14% del suo personale ha messo in strada 2000 dipendenti, ora tocca a SONY decurtare del 6% il proprio organico. 10000 persone per la strada. La crisi miete ancora vittime.

Yahoo! e SONY: licenziamenti in tempo di crisi

Yahoo! e SONY: licenziamenti in tempo di crisi

Non reputo che le motivazioni siano da imputarsi alla sola crisi economica mondiale. Certo, ha contribuito molto il fatto che girino un po’ meno soldi ovunque, però gli ultimi due tagli da parte di Yahoo! e di SONY sono riconducibili, a mio avviso, anche ad una scarsa qualità e ad una pessima gestione dei propri prodotti. Continua a leggere

Si pronuncia Aigor: piccole soddisfazioni #sipronunciaaigor

Piccole soddisfazioni… piccoli momenti di autocompiacimento. Ogni tanto ci vogliono.

Ieri (giorno di Pesce d’aprile) ho effettuato su Google la ricerca “si pronuncia aigor” per vedere se, per sbaglio, fosse cambiato qualcosa a questo caro buon vecchio blog rispetto al SEO e al posizionamento sui motori di ricerca. Niente pesce d’aprile da parte di Big G. per me, anzi: una piacevole sorpresa.

Si pronuncia Aigor - 5° in classifica

Si pronuncia Aigor - 5° in classifica

Tripudio e gaudio, come da immagine, sono prima di wikiquote. Ben lungi da una prima posizione o da un video su youtube, ma sono comunque prima di wikiquote :). Non che la quinta posizione generi traffico (parliamo di meno dell’5% dei click per chi è al 5° posto, nel mio caso ridotta tantissimo per via di addirittura due video a creare un “muro” tra le prime due posizioni ed il blog), però mi fa piacere essere in prima pagina… Continua a leggere

OpenStreetMap: mappe stradali versione open #OSM

www.openstreetmap.org, seguendo questo indirizzo si giunge ad un sito in cui si possono creare e modificare le cartine stradali.

Su segnalazione di D. ho iniziato a interessarmi a Open Street Map e oggi voglio cercare di incuriosirvi un po’ su questo progetto open.

Cos’è Open Street Map?

Avete presente Google Maps, Bing Maps, Tutto Città ecc.? Ecco, ora se avete presente anche Wikipedia, pensate di mettere le due cose insieme e tirate fuori una mappa mondiale in perfetto stile 2.0, ovvero con contenuti generati dagli utenti, che segue la filosofia “open”.

Il sistema consente modifiche via browser attraverso un’interfaccia realizzata in Flash (tanto, tolto le “iCose mobile”, il plugin è installato ovunque), oppure attraverso un programma desktop (JOSM) sviluppato in Java (versione 1.6 o superiore). Continua a leggere