La bolla informativa – parte 2/? #bolla #bollainformativa #facebook #informazione

La parte 2/? la comincio col svelare il primo arcano celato nel post scriptum di ieri (come sono forbito!) relativo al primo post della serie legata alla bolla informativa.


In confronto ai post in cui denunciavo quelle che, a mio avviso, erano decisioni scellerate del governo Monti, nel post di ieri non era presente alcun link.

Cosa comporta l’assenza di fonti in un articolo?

Rispetto ai suddetti post, ho avanzato solo idee e riferimenti che esistono solo nella mia mente con tutto il bene ed il male che può esserci.
Continua a leggere

ACTA: il Giappone ratifica l’accordo. TPP: nuova minaccia #acta #stopacta #giappone #noacta #TPP #notpp

ACTA! Quanto tempo che non ne parlo. L’ormai famigerato Anti-Counterfeiting Trade Agreement spunta nuovamente sulle teste dei netizens.

Stop ACTA - cartelli trovati a Milano in zona Corso Como

Stop ACTA – cartelli trovati a Milano in zona Corso Como

Non ne avevo più reso la dovuta importanza a luglio, quando la cara buona vecchia Europa (sul cara e buona si può discutere, ok…) il 04/07/2012 aveva bocciato l’accordo privando di un fondamentale supporto questo abominio intellettuale, e in realtà arrivo un po’ in ritardo anche a dar conto di questa ulteriore notizia. Continua a leggere

FBI vs. hacker: arrestato un altro Lulz – Raynaldo Rivera #Lulz #fbi #sabu #Sony #psn #hacker #sqlinjection

Sabu: chi era costui? Fossi Manzoni potrei anche diventare famoso per una frase di questo tipo. Se non ricordate vi rinfresco la memoria: Sabu era un membro dei LulzSec poi entrato a far parte di Anonymous dopo la vicenda che coinvolse il Play Station Network (PSN) ed il furto di qualche milioncino di password ed account. Il fatto principale di Sabu è che è un traditore degli hacker con cui ha operato, diventando collaboratore dell’FBI.

SQL-Injection

SQL-Injection

Leggo sul Corriere che è stato arrestato Raynaldo Rivera, un altro esponente del gruppo dei Lulz che, attraverso un attacco di tipo SQL-injection, ha prelevato dal sistema online di Play Station i dati degli utenti. Il caso, ai tempi, fece scalpore perché mostrò l’estrema inefficacia con cui venivano custoditi i dati da un’azienda del calibro di Sony. Continua a leggere

Non sono un giornale! La cassazione “libera” i Blog #cassazione #blog #giornale

I blog non sono un prodotto editoriale e dunque non sono stampa clandestina

Finalmente una prima risposta (motivo per cui toglierò il disclaimer dal mio “Chi sono?“) alla questione blog-giornali.

Il caso da cui si parte è quello di http://www.accadeinsicilia.it che è stato chiuso nel 2008 in quanto accusato di stampa clandestina (reato che non si sentiva da trent’anni). Continua a leggere

Protocolli di Autenticazione web: SAML 2.0 #authentication #saml #siglesignon

Inauguro i miei articoli su sipronunciaaigor con una introduzione ai protocolli di autenticazione in ambito web, ed in particolare il protocollo SAML (Security Assertion Markup Language).

Cos’è un protocollo di autenticazione sul web?

Innanzitutto cos’è un protocollo di autenticazione sul web? A cosa serve? Che vantaggi comporta?

Un protocollo di autenticazione in ambito web definisce la struttura dei messaggi che devono essere scambiati tra diversi attori per completare l’autenticazione utente in maniera affidabile e protetta. Continua a leggere

Addio Britannica: la fine di un’era #Britannica #enciclopedia #wikipedia

Spesso si è sentito parlare del fatto che la carta andrà in pensione e prima o poi i libri spariranno. Puntualmente non è mai accaduto (per fortuna).

In questi giorni, però, un passo “storico” è stato compiuto dall’Encyclopaedia Britannica che ha annunciato di non pubblicare più la sua edizione cartacea dopo 244 anni di storia e diverse centinaia di migliaia di Kg di carta stampata in questo quarto di millennio (60Kg per 32 volumi). Vogliono “focalizzarsi su ciò che veramente sarà il futuro“.

Continua a leggere

Corso Torino – Milano autumn-time #foto #internet #socialnetwork

Ultimamente non sto riuscendo a stare dietro al blog (non è un periodo in cui riesco a trovare un paio di ore tutti i giorni per dedicarmici).
Sto cercando di approfondire, inoltre, un po’ di dinamiche della rete legate alle immagini e al loro utilizzo, pertanto ho ricominciato a curare anche il mio caro buon vecchio Flickr.
Ora la condivisione delle foto dovrei riuscire a farla più rapidamente su tutti i canali (questo post lo sto scrivendo da dentro Flickr per capire un po’ come sarà il risultato quando rimbalza su WordPress).
Per il ritorno al blog (spero di riuscire a ricominciare settimana prossima) cercherò di portarvi anche qualche novità (una è già confermata, ma la svelo più in là :)).
Nel mentre pazientate. Ritorno quanto prima 🙂

Diaspora alfa: un social network ancora un po’ acerbo #diaspora #facebook #googleplus #socialnetwork

Ultimamente ho ridotto la media dei post: non ho avuto molto tempo per starci dietro sia a causa del concerto dei Blue Breeze (ottimo concerto e serata indimenticabile), sia per un po’ di novità sul fronte tecnologico a cui sto dando qualche occhiata.

Nello specifico mi sono trovato immerso nel cercare di capire più a fondo le questioni legate ad ACTA (per una mia opinione e per capire cos’è ACTA seguite il link) e, in più, sto provando la versione alfa del nuovo social network “anti-facebook”: Diaspora*. Continua a leggere