Grazie del pesce #grazie

Wow! Ho riletto un po’ di pagine del blog e una delle prime parole che mi è venuta in mente è stata: grazie.


Che tuffo nella memoria! Mi fa rivalutare l’idea del diario quotidiano e ne intuisco maggiormente il senso. Certo, sono malato di protagonismo e so che non riuscirei mai a scrivere ad un pubblico inesistente, quindi il diario cartaceo, con tanto di lucchetto e riposto in posizione remota e inaccessibile, continua a non fare decisamente per me.
Continua a leggere

Buon Ferragosto, ancora una volta, stavolta nel 2012 :) #ferragosto #ferragosto2012 #numeri

366 giorni. L’ultima volta che vi ho augurato Buon ferragosto ero al post numero 99.

Ai tempi cominciavo a parlare di crisi economica e vi ponevo le prime domande: cosa farete, cosa organizzava il vostro comune ecc. Continua a leggere

TFA: una rapida segnalazione #TFA #WordPress #insegnamento

Ok, titolo insolito. Perché introdurre #wordpress in un articolo sul TFA?

Beh, semplicemente perché avrei voluto effettuare un reblog di un articolo relativo al TFA che mi è stato segnalato su Twitter e non trovo giusto copincollare qualcosa prodotto da qualcun altro. Ahimé, però, non si può rebloggare qualunque cosa. Continua a leggere

Nuove prove sociali? #blog #prove

Prove social. Il prossimo post sarà una prova “social” e “web” per vedere l’effetto che fa un post che non sarà contestualizzato nel blog, o quantomeno non lo sarà del tutto, e, soprattutto, si allontanerà molto dallo stile del blog.

In parte, comunque, potremo ancora considerarlo “in topic” poiché ho postato diversi brani musicali negli anni e fatto molteplici citazioni.

A breve, appena riesco a raggruppare meglio i dati e a fare qualche grafico, riporto anche alcuni dati sull’esperimento legato a SEO e reblog.

I fatti miei – numero 1 #vita #reallife

Non scrivo da un po’ di tempo. Da…? Da un meraviglioso week-end di inizio giugno di cui ero tentato di fare una serie di post, ma che ho voluto tenere per me e i miei compagni di avventura. Non tutto vuoi/puoi condividere online. Un po’ per rispetto verso gli altri (alla fin fine è giusto che tutti siano d’accordo sulla pubblicazione online di eventi e foto), un po’ per gelosia verso il ricordo (consiglio vivamente la lettura di entrambi gli articoli di slimson sul suo blog riguardanti la memoria e spero in un suo prosieguo nella disamina dell’argomento).

(appena posso metto anche l’immagine :))

Per una delle poche volte voglio usare il mio blog come “personal blog”. Parlare di me. Pensare a me stesso. Credo faccia bene o, quantomeno, un po’ me ne sto convincendo e così mi dicono vada fatto un po’. Continua a leggere

SEO & Reblog: tentativi estremi #seo #reblog #wordpress #tentativi

A proposito del piccolo esperimento legato a SEO e reblog che sto conducendo, oggi volevo tentare una pratica estrema per rispondere a questa mia domanda: posso fare il reblog di un mio post?

Si pronuncia Aigor - 5° in classifica

Si pronuncia Aigor – 5° in classifica

Per fare il tentativo avevo deciso di effettuare il reblog del post dell’esperimento. Continua a leggere

Non sono un giornale! La cassazione “libera” i Blog #cassazione #blog #giornale

I blog non sono un prodotto editoriale e dunque non sono stampa clandestina

Finalmente una prima risposta (motivo per cui toglierò il disclaimer dal mio “Chi sono?“) alla questione blog-giornali.

Il caso da cui si parte è quello di http://www.accadeinsicilia.it che è stato chiuso nel 2008 in quanto accusato di stampa clandestina (reato che non si sentiva da trent’anni). Continua a leggere

Qual è il ritorno dei reblog in termini di SEO e visite? #wordpress #reblog #SEO #visite

Ho notato che ci sono molti wordpress che si basano quasi esclusivamente sul reblog di contenuti generati da altri. Mi sono chiesto più volte quanto questa tecnica aiuti la popolarità del proprio blog e il ritorno in termini di SEO per le singole pagine.

Si pronuncia Aigor - 5° in classifica

Si pronuncia Aigor – reblog e SEO. Cominciamo i test.

Se da un lato la generazione di contenuti garantisce quel fattore di originalità che interessa agli utenti e a Google rispetto a qualcosa di “già letto”, dall’altro generare contenuti è lungo e oneroso in termini di tempo e di ricerca.

Reblog e SEO, alcune considerazioni

Scorrendo le classifiche dei top blog di WordPress si trovano diversi blog che effettuano reblogging, ovvero: leggo il post di un blogger, premo il pulsantino “Reblog” se c’è e, per magia, il post è visibile sul mio blog con tanto di titolo, immagine e quant’altro sia stato impostato nei vari parametri. Continua a leggere

Un tweet più che un post #twitter #wordpress

Sicuramente è un periodo difficile per scrivere. Non trovo il tempo materiale per riuscire ad informarmi adeguatamente ed approfondire gli argomenti. Più facile twittare: 140 caratteri li copri più facilmente e non necessita di chissà quali approfondimenti.

Dall’altro lato gli argomenti di attualità attuali (scusate il gioco di parole) sono troppo “giornalistici” e non è intento di questo blog di wordpress disquisire sulle dimissioni di Bossi o sui casini tra Marcegaglia e Monti. Mi interessano il fattore economico, le possibili soluzioni e quant’altro, ma, come detto, per questi ci vuole più tempo. Continua a leggere