La differenza tra Noi expat e Voi non expat #Poletti #expat #nonExpat #levatiDaiPiedi

Poletti… Mio buon Giuliano… Le scuse non possono bastare.

E, stavolta, non possono bastare perché quella che hai detto non era una frase preparata, era esattamente il tuo pensiero. Non che io non cambi mai opinione eh?! Ma è estremamente raro che capiti nel giro di una giornata e, guarda caso, dopo essere stato duramente attaccato…

Giuliano Poletti

Giuliano Poletti – fonte: http://www.biennale.coop

Chiaramente non posso non tornare sulle tue improvvide parole sugli italiani all’estero (o expat), visto che faccio parte di quelli che si sono “levati dai piedi”. Dati i francesismi ultimamente utilizzati in politica mi sorprende non siano stati usati termini quali “fuori dalle palle” o “cavàti dai coglioni”. Grazie per avermi risparmiato almeno i turpiloqui.
Stavolta lo faccio in maniera più seria e non parodiando una splendida canzone di Lucio Dalla quale è L’anno che verrà.
Continua a leggere

Caro Poletti ti scrivo #levatiDaiPiedi #Poletti #polettiStaiSereno

In vena polemica con il Sig. Poletti, ieri mi sono dato alla ars parodica e ripropongo un post che ho messo su FB.
Se provate a canticchiarla, rende meglio, secondo me 😀

Caro Poletti ti scrivo,
così mi distraggo un po’.
E siccome son molto lontano,
più forte ti scriverò.

Da quando son partito non ho visto novità:
un governo è finito ormai,
ma qualcosa ancora lì non va.
Continua a leggere

La bolla informativa – parte 2/? #bolla #bollainformativa #facebook #informazione

La parte 2/? la comincio col svelare il primo arcano celato nel post scriptum di ieri (come sono forbito!) relativo al primo post della serie legata alla bolla informativa.


In confronto ai post in cui denunciavo quelle che, a mio avviso, erano decisioni scellerate del governo Monti, nel post di ieri non era presente alcun link.

Cosa comporta l’assenza di fonti in un articolo?

Rispetto ai suddetti post, ho avanzato solo idee e riferimenti che esistono solo nella mia mente con tutto il bene ed il male che può esserci.
Continua a leggere

La bolla informativa – parte 1/? #bolla #bollainformativa #facebook

Con oggi voglio cominciare un piccolo set di post tipo “editoriali”, che trattano principalmente della politica italiana, europea e mondiale e di un po’ di aspetti “social”. Sarò odioso in talune parti quindi, se volete, potete insultarmi garbatamente nei commenti. Ovviamente c’è un fine :p

Referendum costituzionale 4 dicembre: no 59.11%, sì 40.89%

Referendum costituzionale 4 dicembre: no 59.11%, sì 40.89%

Un giugno di brexit che ha portato anche l’Europa dei piani alti a prendere coscienza del fatto che qualcosa non andasse. Continua a leggere

Grazie del pesce #grazie

Wow! Ho riletto un po’ di pagine del blog e una delle prime parole che mi è venuta in mente è stata: grazie.


Che tuffo nella memoria! Mi fa rivalutare l’idea del diario quotidiano e ne intuisco maggiormente il senso. Certo, sono malato di protagonismo e so che non riuscirei mai a scrivere ad un pubblico inesistente, quindi il diario cartaceo, con tanto di lucchetto e riposto in posizione remota e inaccessibile, continua a non fare decisamente per me.
Continua a leggere

Cosa voto il 4 dicembre al referendum costituzionale in Italia? #referendum #italia

DISCLAIMER: Non cascare nel clickbait del titolo. Non ti dirò né cosa voto io, né cosa devi votare tu. Se sei arrivato qui digitando su Google “cosa voto il 4 dicembre al referendum costituzionale in Italia”, sono solo felice per me stesso e non certo perché tu hai cercato di farti inculcare una qualche idea da un blog online. Il titolo mi serve, come sempre, principalmente per il SEO perché, a distanza di anni, comunque qualche esperimento lo voglio fare.

Referendum costituzionale 4: sì o no?

Referendum costituzionale 4 dicembre: sì o no? [fonte: http://simpsons.wikia.com/wiki/Catsup – credit The Simpons]

Ok. Finito il disclaimer posso proseguire e, di fatto, cominciare. Continua a leggere

Quattro chili di documenti e 30 mila euro per una tettoia – Corriere di Bologna

Ante scriptum: provo ad usare il “press this” di wordpress per questa volta, se stessi violando un qualsivoglia copyright del Corriere della Sera, visto che non so se lo sto facendo o meno, comunicatemelo che provvederò immediatamente alla rimozione di questo articolo. La foto, invece, l’ho tratta da http://www.clandestinoweb.com/home-archiviazione/politica-2/10403-milleproroghe-si-riaprono-i-termini-per-i-ricorsi-contro-i-licenziamenti/

Tonnellate di scartoffie inutili: potere agli uffici! BUROCRAZIA!

Tonnellate di scartoffie inutili: potere agli uffici! BUROCRAZIA!

La storia della Mt Motori: «La burocrazia ci fa chiudere»

Continua a leggere

Non fare gli straordinari! – parte 3 – #lavoro #straordinari #vita

Non fare gli straordinari al lavoro! Cambiamo mentalità. Tanto per cominciare, vediamo come è possibile iniziare a riprendersi il proprio tempo.

Chiaro esempio di giornata più lunga di 24 ore [fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Klippekort.jpg]

Chiaro esempio di giornata più lunga di 24 ore [fonte: http://it.wikipedia.org /wiki/ File:Klippekort.jpg]


Già, perché il tempo è tuo e non torna indietro; lavoro, azienda, riunioni, scadenze aziendali, consegne, URGENZE e così via… Tutto questo ci sarà sempre. Vai al lavoro e sono lì, vai a casa e sono lì, vai a dormire e sono ancora lì. Ed il mio “lì” vuol dire qualunque parte del mondo. Continua a leggere

Non fare gli straordinari! – parte 2 – #lavoro #straordinari #vita

Non fare gli straordinari al lavoro! Lo dico davvero, non farli. Cambiamo mentalità.

Always leave office on time - Lascia sempre il lavoro in orario

Always leave office on time – Lascia sempre il lavoro in orario [fonte: http://image-store.slidesharecdn.com/a38e4e24-2d0d-11e3-9a4a-22000aa40fde-large.jpg%5D

Riparto da dove ho lasciato ieri, riportando il botta e risposta sorto su facebook in seguito alla pubblicazione sul mio profilo dell’immagine che ho pubblicato sia nello scorso post sia in questo.

Continua a leggere